Un mare di Lavanda

Questo impianto di lavanda è stato posato 25 anni fa. Le piante sono enormi cespugli pieni di rami carichi di fiori. Tra questi centinaia di bombi e api lavorano instancabilmente impollinando i fiori.
Il mio compito principale qui è prendermi cura della lavanda eliminando le infestanti. Me ne sto accucciata, sotto il sole, tra i filari e il vento, estirpando le erbacce con le mani. Sento la lavanda, entro in comunicazione con lei e le chiedo se vuole che le levi di torno un fiore o un arbustino o se desidera che le tolga un ramo secco che non riesce più a nutrire.

Da bambina odiavo la lavanda. Se c'era un mercato con uno stand che vendeva solo questa, io cambiavo marciapiede o passavo il più distante possibile. Oggi la tocco, la respiro, la curo, mi ci stendo in mezzo. Cosa è cambiato? Ho capito che la lavanda serve a tutto, che è una pianta regina tra le essenze, che il suo olio essenziale cura un'infinità di problemi. Poche informazioni e un breve periodo a contatto con la pianta mi hanno fatto cambiare opinione su di lei e il suo odore, prima insopportabile, ora è un profumo.