Perilla

Avevo una certa quantità di vasetti in semenzaio cui ho affidato tante belle speranze ed ecco che il tempo mi ripaga, dandomi tanti bei germogli. Oggi ho messo a terra la Perilla, una pianta non troppo conosciuta in Italia, ma molto nota e diffusa soprattutto in Giappone con il nome Shiso.
La Perilla è commestibile e si può usare in molti modi diversi: la si può mangiare come gli spinaci, si può usare come spezia per insaporire i piatti, se ne può fare una tisana oppure un succo. Di questa pianta si utilizza tutto: foglie, fiori e semi.
L'ho scoperta facendo la wwoofer e ne ho acquistato i semi per averne un po' anche nel mio orto.
Volete saperne di più? Visitate il sito di Piante Innovative, troverete anche molto di più!

È tempo di Sambuco!

In questi giorni possiamo vedere il Sambuco nel pieno della sua fioritura. Difficile non notare la gran quantità di fiori bianchi ai bordi delle strade e di certi boschi! 
È una pianta conosciuta fin dall'antichità per i suoi numerosi impieghi. Quello forse più noto è lo sciroppo fatto con i suoi fiori, una bevanda che d'estate risulta molto rinfrescante. Io li secco per farne tinture madre e per averne a disposizione durante l'inverno: serve infatti ad abbassare la febbre e mi dà un grande aiuto con la mia sinusite cronica, perché agisce sulle mucose nasali.
Le applicazioni del sambuco coinvolgono un sacco di organi e patologie, ad esempio, è depurativo, diuretico, emolliente, lassativo, sudorifero.
Per saperne di più, rivolgetevi soltanto a fonti affidabili. Qui, una scheda completa della pianta

Akashiso - Come si fa il succo di Perilla?

La Perilla è una pianta conosciuta per le sue proprietà antiossidanti, immunostimolanti ed antiallergiche. È una pianta commestibile molto versatile: la si può mangiare cruda in insalata, la si può sbollentare per farne frittate o condimenti per la pasta, metterla nella minestra, oppure, se ne può fare un ottimo succo.
Ecco come preparalo.

Ingredienti:

  • 1 litro d'acqua
  • 300 grammi di Perilla (rossa)
  • 400 grammi di zucchero
  • 200 ml di aceto di mele bio

Procedura:
Far bollire l'acqua  e le foglie di Perilla in una pentola capiente. Quando si raggiunge il bollore, mantenerlo per 5 minuti.
Togliere dal fuoco, estrarre e strizzare le foglie.
Si aggiunge lo zucchero e si fa bollire per ancora qualche minuto.
Mettere poi il succo in bottigliette di vetro che si faranno bollire. In questo modo si creerà il sottovuoto che permetterà di conservare l'Akashiso a lungo.

Ne volete sapere di più? Ecco il link al sito di Sofia e Paolo http://www.pianteinnovative.it/perilla-fruttescens-3/