Quarta Luna, settimo giorno

"I tuoi occhi possono vedere il mondo che ti circonda e farti percepire la Bellezza della Creazione. I tuoi occhi possono piangere lacrime che servono a pulire e a guarire le ferite. I tuoi occhi hanno il compito di vedere tutto ciò che Yeodaze, Madre Terra, pone sul tuo cammino, affinché queste cose possano essere registrate come ricordi del tuo passaggio su questo Cammino. Sì, i tuoi occhi ci possono insegnare la Verità in molti modi.
I tuoi occhi possono svelare agli altri i tuoi pensieri e i tuoi sentimenti, poiché sono le aperture sull'Orenda, L'Essenza spirituale. Un giorno troverai un guerriero con cui trascorrere la vita. Quel giorno sarai in grado di guardarlo negli occhi e vederlo con il cuore. Attraverso i suoi occhi, le aperture sulla sua Orenda, potrai sapere se il suo spirito potrà ospitarti e e se il suo cuore sarà puro. Quando guardi nei suoi occhi, cerca la verità della sua natura.
Se distoglie lo sguardo, significa che non è abbastanza forte per ospitare il tuo amore per lui. Se ti guarda dritto negli occhi lasciando che il tuo cuore si colleghi, aggiungendo la propria forza alla tua, allora saprai che si tratta di un uomo coraggioso, degno di condividere il tuo Cammino sulla Terra."

Ti guardo Terra mia, aprendo le ferite sulla mia Roccia del Pianto. Cerco il confine del mare e lentamente prendo congedo. Un'altra volta mi respingi come una madre che non desidera sua figlia e io soffro terribilmente del dovermi staccare da te. Tu non vuoi che i miei semi mettano qui radici. Mi rigetti e io lavo le mie ferite qui, sotto gli occhi di Padre Cielo, perché la guarigione che invoco giunga in fretta.